Del resto, perché dovrebbe? proprio per il fatto che tu gli hai confessato il tuo sentimento avrebbe dovuto avere quel minimo di sensibilità che si deve a una persona che ci dichiara il suo amore e che eventualmente noi non ricambiamo. Dovrò affrontare la bestia in tribunale a giorni, e posso raccontarmela quanto voglio, che oggi sono diversa; invece la verità è che sto ancora tremando come davanti a quella moka spenta. Molte difese narcisistiche, tratti e comportamenti ruotano attorno alla necessità compulsiva di sostenere l’immagine di sé grandiosa della perfezione (“perfezionismo”) Paradossalmente, il controllo degli impulsi carente aiuta a raggiungere questo obiettivo fondamentale. Anche quando si avvicina da te la cosa non ti tocca, perché la bolla elastica ti protegge da ogni male. Sono solo maschere. Raccontai già in un post che una volta, io e una mia amica che era stata sua fiamma esattamente prima di me e scartata proprio con la mia comparsa (siamo poi diventate veramente amiche e, per inciso, lei non manca mai di ringraziarmi per questo! La lesione narcisistica può essere passiva (quando il narcisista confronta in modo invidioso se stesso con un’altra persona) o attiva (l’esito dell’interpretazione o percezione errata dell’atto, dell’inazione o dell’enunciazione di qualcun altro). Questo perché quando ‘giustizia è fatta’ a volte si prova un sollievo momentaneo che poi si trasforma in vuoto: e ora per cosa combatto? Questa associazione dell’unicità implicita del paziente con l’esuberanza e l’euforia spesso coinvolte in atti impulsivi e di dipendenza è inebriante. Sarebbero un’emanazione o il nucleo del loro sé, la vera espressione della loro quiddità, ecceità, ed essenza. . Che sarai sempre bombardata da questa presenza ingombrante che lavorando nel campo dell’informazione fa sentire la sua voce anche quando tu non vorresti sentirla per niente. Altre scenate per un ritardo. Al centro della patologia del narcisista ci sono la rabbia e un senso di vuoto, che spesso percepisce dopo la frustrazione. allora saranno dei perfetti esecutori, regaleranno sorrisi ai superiori e saranno un esempio di affidabilità e operosità, desiderano entrare nelle grazie di qualcuno che può dar loro prestigio? Senza avere lei questa intenzione, ma certo lui si. Solo con il fatto che dentro di fondo rode loro. Per guarire dobbiamo, se possibile, stare lontano anni luce da questi soggetti (sono d’accordo con te, definirli persone è troppo). Non so se può servire ma almeno hai in mano qualcosa pter configurare un reato di maltrattamenti in famiglia e minacce. ), scomodando l’Amicizia e la Parola Data… e io a cercare di farlo ragionare… per 3 ore 3 di orologio, spuntava il sole quando la tel si è chiusa e sai come? Insomma non si muovono se non hanno un personale tornaconto che però è molto legato a quel momento. Si ammalano tutti quelli che stanno intorno, ma stai sicuro che lui non prende nemmeno 10 gocce di calmante, perché è convinto di essere un grande – Gli altri sono cose da calpestare, da usare, da sfruttare. Allontanarlo da casa senza prove concrete delle sue azioni nei tuoi confronti è impossibile. Lui magari non lo sa quanto stai male adesso, ma è rifornimento di riserva pure solo la possibilità che tu ci sia rimasta male. Gli eventi recenti cominciano ad essere giudicati più rilevanti e ponderati più pesantemente dai precedenti. Passerò giorni di terrore, passerò giorni di esaltazione se qualcosa accadrà nel senso di questa giustizia morale (datemi pure della border-line, ci sono abituata e forse lo sono davvero), ma meglio questo travaglio che un parto senza battito. Se alza un solo dito o fa anche solo il gesto lo scatafascio nel muro. Spirito Libero è esattamente così – spesso far capire agli altri, anche a legali, è difficile – ti verranno a dire, ” ma chi, quello così simpatico ? I contenuti del blog possono essere liberamente copiati da altri siti internet a scopo di critica, confronto e ricerca, citando gli autori e linkando la fonte. in virtù di quale miracolo soprannaturale? Narcisismo e religione: è possibile per un/a narcisista “redimersi”? Ragazze una delle cose che personalmente mi ha aiutata superare la sindrome post traumatica da narcisismo è stato convincermi del fatto che non vale la pena soffrire per qualcuno che in realta è un fantasma, che non ci ha mai amate sin dall’inizio e che sta benissimo senza cercarci e sapere come stiamo (oddio, se stia benissimo non lo so, ma non è un mio problema). Il mio np ha abbindolato psicologi e avvocati che si sono battuti per lui nel nome della sua altissima onestà ed eticità (l ho sentito con le mie orecchie) E più mi interrogavo più mi perdevo ma rimanendo mi distruggevo di sensi di colpa. O incapaci. Due in una vita mi sembrano troppi…, Cara Mirna, di sicuro loro sono macchine da guerra ma fidati che perdere una preda che decide di non stare più al loro gioco (e non per loro iniziativa) è un bello smacco. Cara Blume, Spero Spirito Libero, ho paura. Era sincero. Dunque, ci ha fatto pena e le abbiamo parlato del disturbo di lui, cercando di metterla in guardia, di darle almeno qualche elemento per raccapezzarsi quando fossero cominciati gli abusi pesanti (già riusciva a spaventarla). Ossia: ci vogliono nervi di acciaio per denunciare una persona e restare nella stessa casa. Un abbraccio, Mirna Massimo. Io me lo ripeto ogni volta che mi incastro in domande che rischiano poi di riportare la responsabilità su di me. Si è scarsamente in contatto con la propria organizzazione interna e la propria esperienza. Related Videos . Solo chi li conosce intimamente sa che dietro queste facciate “credibili ” albergarano personalità aberranti. Ma dai, come fai, lo sappiamo tutti che quell’altro è sotto psicofarmaci…c’è qualcosa che non va in questa persona. Si soffermano, piuttosto, in un limbo che va da un minimo conseguimento alla mediocrità. La rabbia patologica non è né coerente né esternamente indotta. Bisogna far capire che una ragazza aggressiva non è più sexy, ma è solo più violenta. È che ma fa male. Poi sappiamo che da un giorno all’altro le cose cambiano, gli girerà sempre tutto bene ? Non funziona la comunicazione assertiva e né la contro manipolazione con queste persone. Mi vedevano come ipnotizzata.con i cuoricini negli occhi…ovvio sapevano molto…tra l altro proprio oggi il mio capo ne parlava. Ad alcuni non è successo proprio niente, erano semplicemente i golden boy della famiglia, amati e venerati da tutti i parenti, che ora li continuano a difendere e venerare – sono cresciuti con questa idea e la brutta indole ha fatto il resto – ma non starei li a cercare di capire cosa gli è capitato, perché ripeto, come sappiamo bene le persone empatiche sono le loro vittime preferite. Aspettavo e tacevo, rimediavo a danni e tacevo. Semplicemente perché stai dando più importanza alle tue sconfitte che alle tue vittorie. La felicità è un processo che viene dettato dalle decisioni che prendiamo in nostro favore. Auguro a tutti di poter ritrovare la distanza emotiva per guardare loro e la sciagura emotiva che vi hanno arrecato con il giusto distacco. E’ proprio necessaria? Perché inseguirla? Negli ultimi ritorni non mi ha trovata sull’orlo del suicidio, anzi, mi ha ritrovata più risoluta che mai, mi ha ritrovata sì, vero ancora emotivamente debole,ma nello stato di ” mi manchi ma lontano da te vivo lo stesso” e per questo mi è chiaro il perché è stato cosi crudele come non lo era mai stato. Spesso si capisce che montano casini e scaricano barile, ma la gente se ne frega. Al contrario, la rabbia del narcisista è sempre in superficie e pronta ad esplodere alla velocità della luce. Diventa una tortura cinese che distrugge l’autostima della persona che fino a quel momento aveva dato tutta se stessa per salvaguardare il rapporto, assumendosi tutte le responsabilità. Anzi, spesso non lo è. Sono animali predatori, infatti, li guida l’istinto, non la riflessione. Prova a registrare le sue scenate e le sue vessazioni con il cellulare senza che se ne accorga. È intensa e sproporzionata rispetto all'”offesa” e viene alimentata verbalmente dal narcisista quando l’episodio è già passato. Riescono a far questo attraverso la difesa arcaica e primitiva della scissione: l’altro o è tutto buono o tutto cattivo. Cara Blume, a volte è una fortuna non riuscire a decodificare dall’interno certi comportamenti, retro pensieri e desideri degli n.p. Al primo campanello di allarme che qualcosa non torna TAGLIATE DI NETTO, Io l’ho vista Miró e confermo che lì ti rendi conto che non hanno anima. Lì arrivi a pensare che a loro manchi l’anima. Caro Milziade, colgo la metafora delle spugne che per sensibilità e empatia assorbono la cattiveria altrui per dirti che possiamo rovesciare la situazione imparando a cogliere positività e resilienza dai fatti della vita che confermano il nostro valore, dal sorriso delle persone gentili che ci premiano nella nostra vita quotidiana, da coloro che ci stanno veramente vicini o da semplici conoscenti che ci trattano con educazione e rispetto. La realtà è che essere affetti da questa malattia mina la capacità di realizzarsi o, al meglio, di godere di quello che si è costruito”. Spesso tali comportamenti evitanti e coatti non sono una questione di scelta, ma l’esito di dinamiche psicologiche interiori che portano al limbo della mediocrità. Questa è una certezza. Significa che non avrai le forze nemmeno per alzarti dal letto per dar fastidio. Persino durante la fittizia luna di miele del love bombing sono capaci di infuriarsi, e se chiudi un occhio per loro è fatta, ti hanno già nel sacco. quando leggo storie di persone che provano terrore anche solo nel sentirsi nella stessa stanza con un’altra persona provo una tremenda rabbia perché prendo consapevolezza ancora una volta del trauma a cui siamo stati esposti. La loro rabbia è sempre improvvisa, furiosa, spaventosa e senza apparente provocazione da parte di un agente esterno. Non arrivi a capirli e non c’arrivo neanche io, e per fortuna ! Risultato: optano per la mediocrità. Siccome sono superstronzi, un atteggiamento che sarebbe comunque pessimo ma non ci appare il top della stronzaggine, lo accoglieremmo come bella cosa… È proprio in questo modo che la via degli abusi rimane aperta. Sii corallo. Ecco, quando lui comincia a ‘dare di matto’ mettiti con il pensiero dentro la tua bolla. Anzi paradossalmente da quando glielo ho detto mi sembra più cattivo, non cerca più un contatto e quando lo fa è per farmi stare male. Stronzi indotti, ma sempre stronzi. Dipende dalla situazione in cui sono, e soprattutto dalla collocazione dell’altro nel loro panorama dei bisogni narcisistici del momento. Non gli do tregua credimi. Voleva venire a dirmelo di persona. Gli altri cercano di minimizzare, oppure spesso hanno paura. Io voglio giustizia. Questa emozione è molto frequente perché egli o ella sfida costantemente la pazienza e la … Gli schemi narcisisti per rompere il Contatto Zero e cosa fare per mantenerlo, Quando i narcisisti vi vedono felici: la ferita della perdita del controllo, La crisi di mezza età e la vecchiaia del narcisista. Nella sua mente, il narcisista è brillante, perfetto, onnipotente, onnisciente e unico. deve rimanere da solo, anche i due charlie brown devono abbandonarlo !!!!! Sono stronzi perché stanno male Io vanno. Quello che mi sono chiesto per tanto tempo, ed ora inizio a trovare una risposta, è perché però quest’intrattabilità patologica si manifesti solo con alcuni individui. No scherzavo ..Invece era vero era tutto vero .. che mer.da !!! Qui non funziona così. Io non mi sento di generalizzare sulle caratteristiche di un soggetto narcisista. e che luccichio maligno negli occhi se me lo chiedeva di persona…). si manifesta e loro lo percepiscono come un segno di guerra, un’ostilità forte da parte degli altri. Non era più possibile proseguire in quel modo assurdo. E mi sono anche resa conto che tutti i miei tentativi di farlo ragionare, riflettere e i confronti che cercavo erano per lui insopportabili, che quello che pensavo essere un modo autentico di relazionarmi con lui veniva percepito come un’autentica scocciatura che si è trasformata col tempo in un odio nei miei confronti. Non sto rimpiangendo np sia ben chiaro, no ho più quel tipo di pensieri, ma oggi leggendo i post e soprattutto Claudileia mi ha toccato i nervi ancora scoperti. Non attacca. Se fosse una ragazzina viziata e totalmente inconsapevole avrebbe già ceduto ai tentativi di ‘adescamento’ paterno. Cose che da altri uomini non si tollerano neanche di striscio. Questa loro condizione la spiega bene Giancarlo Dimaggio: “sentirsi oscillare tra essere un dio e cadere nel baratro. In qualunque modo ci si relazioni con loro non si va da nessuna parte. La proiezione è quello straordinario meccanismo di difesa che permette al narcisista di attribuire (inconsciamente) a te tutta la monnezza psichica che non può ammettere in se stesso. Vi abbraccio tanto. Non è meglio affrontare il contatto zero e soffrire l’angoscia del detox definitivamente?