Invece, spetterà a Luigi chiedere, sempre alla propria assicurazione, il risarcimento per la riparazione della macchina danneggiata. Infrazioni al Codice della Strada – Contestazione differita – Notifica del verbale al proprietario del veicolo – Proprietario non conducente - Patente a punti – Art. | © Riproduzione riservata Nelle ipotesi di cui al comma 1, il proprietario o, in caso di sua assenza, il conducente del veicolo o altro soggetto obbligato in solido, e’ sempre nominato custode con l’obbligo di depositare il veicolo in un luogo di cui abbia la disponibilita’ o di custodirlo, a proprie spese, in un luogo non sottoposto a … La Corte d’appello di Salerno, con sentenza 21 febbraio 2018 n. 231 rigettò il gravame. 597230; Sez. 596019; Sez. Secondo una recente pronuncia della Suprema Corte, nei procedimenti per guida in stato di ebbrezza per i quali è prevista, il giudice deve disporre la confisca del veicolo anche quando il proprietario non sia il conducente ma sia comunque a bordo dello stesso. Gli stessi principi si applicano nel caso in cui il conducente-non proprietario del veicolo prenda una multa: la multa, infatti, arriverà al proprietario del mezzo, il quale, tuttavia, avrà la possibilità di indicare alle Autorità competenti chi era il soggetto che si trovava alla guida al … Questo, però, non è un motivo per elevare una multa. Conducente se il proprietario non è a bordo del veicolo o non prontamente reperibile 3. * Al proprietario del veicolo, o a chi ne ha la materiale disponibilità, si applica altresì la violazione al disposto contenuto nell’art. L, Sentenza n. 12052 del 23/05/2007, Rv. Il ricorso può essere presentato dal conducente o dal proprietario del veicolo al Prefetto entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale relativo alla violazione. Fuori dai casi di limitazione di responsabilità prevista dalla polizza, la legge non prevede alcuna esclusione del risarcimento per l’incidente stradale nei confronti del conducente non proprietario. 588486; Sez. Proprio così! Potrebbe anche essere l’ipotesi in cui l’auto venga venduta ma il passaggio di proprietà non riceva la dovuta trascrizione presso il Pra (trascrizione che, come noto, deve avvenire entro i successivi 60 giorni) per cui, formalmente, la stessa resta intestata ancora al vecchio proprietario. 115/3 comma. Con tutti e quattro i suddetti motivi il ricorrente lamenta in buona sostanza che la Corte d’appello avrebbe erroneamente valutato le prove, erroneamente valutato gli indizi, e malamente motivato la propria decisione con cui ha escluso che l’attore fosse proprietario del veicolo danneggiato. Il proprietario del mezzo sequestrato, se non è già stato emesso il provvedimento di confisca, può E’ chiaro che deve essere raggiunta la prova che possa escludere anche qualsiasi coinvolgimento in via indiretta. Risarcimento che viene comunque subordinato alla prova dei seguenti elementi: [1] Cass. L, Sentenza n. 2577 del 06/02/2007, Rv. il veicolo sequestrato o sottoposto a fermo viene generalmente affidato al proprietario o conducente o obbligato in solido, che ha l'obbligo di depositare e custodire il veicolo in luogo non soggetto a pubblico passaggio e di provvedere a proprie spese al trasporto in condizioni di sicurezza per la circolazione stradale. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. cassazione: confisca dell’auto anche se il proprietario non e’ il conducente. ; che tale documento era insufficiente a dimostrare la proprietà del veicolo; che il suddetto Al. Leggi anche Posso circolare con un’auto intestata a mio marito o mia moglie? L, Sentenza n. 7394 del 26/03/2010, Rv. Se il custode non è più in grado di custodire il veicolo, deve comunicare il cambio di custodia. 2. Fabio fa un incidente per colpa di un’altra auto che attraversa col rosso. C’è un solo obbligo previsto dall’attuale legge: se l’utilizzo dell’auto altrui avviene per oltre 30 giorni di seguito in modo esclusivo e personale (nel senso che, nello stesso tempo, il mezzo non è utilizzato anche da altri soggetti), il possessore è tenuto a far annotare il proprio nominativo sul libretto di circolazione dell’auto. n. 209 del 2005 (Codice delle assicurazioni) sussiste solo tra il responsabile (il proprietario del veicolo) e l’assicuratore, mentre non sussiste, a norma dell’art. 262523, la quale affermò il principio in esame, poi ripetuto per sessant’anni: e cioè che “la valutazione e la interpretazione delle prove in senso difforme da quello sostenuto dalla parte è incensurabile in Cassazione”). Aggiunse di avere subito danni materiali per 26.776,79 Euro, oltre che lesioni personali. Dopo la confisca, il proprietario del veicolo (oppure il conducente o un altro soggetto “obbligato in solido“) diventa custode del mezzo confiscato.Per tanto deve custodirlo in un luogo di cui abbia la disponibilità oppure in un posto non soggetto al passaggio pubblico; sul veicolo deve essere presente una segnalazione chiara che ne indichi lo stato di sequestro. 213 c.d.s. 1.1. 3, Sentenza n. 13954 del 14/06/2007, Rv. Tutti e quattro i motivi sono inammissibili, in quanto censurano il modo in cui il giudice di merito ha valutato le prove offerte, per pervenire alla conclusione che il veicolo danneggiato non fosse di proprietà dell’odierno ricorrente. Prima di spiegare se al conducente non proprietario che fa un incidente spetta il risarcimento, dobbiamo verificare se è lecito guidare un’auto non propria. n. 9192/20 del 19.05.2020. È del resto ciò che succede nella quotidianità di tutte le famiglie e che non vieta che la medesima situazione si verifichi anche tra amici. 595448; Sez. An. Posso circolare con un’auto intestata a mio marito o mia moglie? Il sequestro del veicolo può avvenire per mancanza della copertura assicurativa (R.C.) 594021; Sez. 144 d. Lgs. 196 cds se presenti 4. Al riguardo, richiamava la sentenza della Cassazione dell’11 febbraio 2010, n. 10688, secondo cui sarebbe legittimo il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di un veicolo il cui conducente, sorpreso alla guida in stato di ebbrezza, ne aveva la disponibilità in forza di un contratto di leasing. Cr. Se la colpa del sinistro è di quest’ultima, ossia del conducente “non proprietario” e quindi non assicurato, la compagnia pagherà comunque il risarcimento al danneggiato, ma potrà rivalersi nei confronti del proprio assicurato. Maggiori informazioni nell’articolo L’assicurazione auto copre il conducente se non è proprietario? Col primo motivo il ricorrente lamenta la nullità della sentenza per violazione dell’articolo 342 c.p.c. Conducente non proprietario? O meglio, in alcuni casi. Qualsiasi veicolo sottoposto a sequestro o fermo amministrativo, deve essere affidato al proprietario del veicolo stesso anche se è fisicamente presente al momento dell’infrazione. Il il 17/09/2017, quest’ultimo ha lasciato il veicolo in divieto di sosta. Il proprietario del veicolo, quindi, nell’occasione, non può essere chiamato a rispondere, neppure a titolo di responsabilità obbiettiva, dell'altrui illecita condotta. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attività, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Tra fermo amministrativo e sequestro del veicolo ci sono diverse differenze. Stampa 1/2016. il sinistro deve essere avvenuto realmente e, dunque, bisogna dimostrare il fatto e le modalità dello stesso; al momento del sinistro, la persona che ha presentato. L, Sentenza n. 3881 del 22/02/2006, Rv. e/o per mancanza di rilascio della carta di circolazione del veicolo. Cass. stabilisce che "la sanzione stabilita nel comma 1 (confisca) non si applica se il veicolo appartiene a persone estranee alla violazione amministrativa". III Civile, ordinanza 18 novembre 2019 – 19 maggio 2020, n. 9192. Alcune polizze assicurative prevedono una limitazione di responsabilità nei confronti del solo assicurato (ossia il proprietario del veicolo). il conducente deve aver subito lesioni personali: in tal caso, la prova sarà fornita dal certificato di pronto soccorso e dalle successive attestazioni mediche. 594677; Sez. In tutte queste ipotesi, cosa succede se il conducente non proprietario fa un incidente? Le sanzioni accessorie del fermo e della confisca non si applicano se il proprietario del veicolo, diverso dal conducente, è anche estraneo al reato (GdP di Taranto, 15 giugno 2011, n. 2108) ( omissis ) "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. In sostanza, la Cassazione penale sez. 2.1. Inoltre, se il conducente non ha neanche l’età prevista per condurre il veicolo, si applica altresì la violazione al disposto contenuto nell’art. L, Sentenza n. 12446 del 25/05/2006, Rv. con ricorso fondato su sei motivi. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Salve, quando una infrazione che prevede il fermo viene commessa da un conducente non proprietario , il fermo si applica? 171 c.d.s. Se il proprietario del veicolo sottoposto a fermo o sequestro amministrativo si rifiuta di custodire o a trasferire in luogo indicato il mezzo, sarà soggetto a una sanzione prevista dal Decreto legislativo 30/04/1992, n. 285, art. Anche la Corte d’appello ritenne che l’attore non avesse affatto fornito la prova di essere proprietario del veicolo danneggiato al momento del sinistro. (-) rigetta il primo, il terzo, il quarto, il quinto ed il sesto motivo di ricorso; (-) accoglie il secondo motivo di ricorso, cassa in relazione ad esso la sentenza impugnata e rinvia la causa alla Corte d’appello di Salerno, in diversa composizione, cui demanda di provvedere anche sulle spese del giudizio di legittimità. Secondo il disposto del comma 7 dell'art. In caso di violazione di tale obbligo è prevista una multa da un minimo di 516,46 euro a un massimo di 2.582,28 euro oltre al ritiro della carta di circolazione. 213. IV sentenza 17.09.2014 n. 38115 precisa che il concetto di “appartenenza” deve intendersi, “non in senso tecnico, come proprietà od intestazione nei pubblici registri, ma quale effettivo e concreto dominio sulla cosa, che può assumere la forma del possesso o della detenzione, purché non […] Il motivo è inammissibile, perché censura una statuizione che la sentenza impugnata non contiene: la Corte d’appello, infatti, ha esaminato e rigettato l’appello nel merito, ma non l’ha affatto dichiarato inammissibile per aspecificità, ai sensi dell’art. e la HDI Assicurazioni s.p.a. (d’ora innanzi, “la HDI”), chiedendone la condanna in solido al risarcimento dei danni patiti in conseguenza di un sinistro stradale avvenuto il 9 settembre 2002. Gli spetta il risarcimento? Tutte le volte in cui conducente e proprietario non sono la stessa persona e il conducente viene identificato ... Buona sera, sono proprietario di un veicolo spesso utilizzato da mio figlio convivente. Rilevò che l’attore non aveva mai depositato alcuna prova di avere stipulato un contratto di acquisto dell’autoveicolo danneggiato; che si era limitato a depositare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del 5 agosto 2002, nella quale lui stesso dichiarava di avere acquistato il veicolo da tale Al. Ma una censura di questo tipo contrasta col consolidato e pluridecennale orientamento di questa Corte, secondo cui non è consentita in sede di legittimità una valutazione delle prove ulteriore e diversa rispetto a quella compiuta dal giudice di merito, a nulla rilevando che quelle prove potessero essere valutate anche in modo differente rispetto a quanto ritenuto dal giudice di merito (ex permultis, Sez. L’assicurazione gli nega i soldi appigliandosi al fatto che Fabio non fosse proprietario del veicolo. Proprietario 2. In questo caso, però, se Fabio dovesse trascinare la compagnia in tribunale vincerebbe la causa: a lui, infatti, spetta il risarcimento per le (sole) lesioni fisiche riportate. Perché dunque le autorità di polizia procedono al sequestro di cui all'art. Potrebbe succedere – e anzi, avviene spesso – che il conducente dell’auto non sia il suo effettivo proprietario. Quindi, se la polizia dovesse fermare un conducente e, dal libretto di circolazione dovesse accorgersi che questi non è il proprietario, non può contestargli di averla rubata, ma tutt’al più potrà chiedergli spiegazioni delle ragioni del possesso. Un’auto di grossa cilindrata, immatricolata in svizzera, veniva sequestrata 4. È del resto ciò che succede nella quotidianità di tutte le famiglie e che non vieta che la medesima situazione si verifichi anche tra amici. IV,5.4.2013, n. 15898 Confisca auto. Tuttavia una di esse è temporanea e si elimina pagando la multa o altra sanzione, al contrario l’altra porta alla confisca definitiva dell’auto. Col secondo motivo il ricorrente invoca la nullità della sentenza impugnata, ai sensi dell’articolo 132, comma secondo, n. 4 c.p.c. Delegato da uno dei soggetti di cui sopra a condizione che sia presente, accetti la custodia e ne abbia i requisiti 5. 589557; Sez. Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. 126, applicabile per espresso richiamo anche nel caso di violazione dell'art. È chiaro però che quest’ultimo potrà pretendere solo i danni fisici ossia le lesioni personali. Tale obbligo, però, non vale per i familiari conviventi come, ad esempio, i coniugi, i genitori e i figli. Luigi presta l’auto all’amico Fabio. 612747; Sez. Infatti, il litisconsorzio necessario, di cui all’art. In conseguenza dello scontro, Fabio si rompe un braccio, così si rivolge all’assicurazione di Luigi per ottenere il risarcimento. Lo ha ribadito la Cassazione con la sentenza 35473/12. La comunicazione, che va fatta alla Motorizzazione (Dtt, dipartimento trasporti terrestri) anche tramite un’agenzia di pratiche auto, può essere fatta, anche, dal proprietario dell’auto. Il Tribunale di Nocera con sentenza 12 ottobre 2009 n. 1273 rigettò la domanda, rilevando che l’attore, al momento del sinistro, non era affatto proprietario del veicolo danneggiato, ma lo diventò soltanto due mesi dopo. Il comma 6 dell'art. Concorso assistenti giudiziari – Scelta della sede per gli idonei, Concorso assistenti giudiziari – Ammessi alle prove orali, calendario delle convocazioni e avvisi sullo svolgimento, Concorso assistenti giudiziari – Conferma del calendario delle prove orali, Concorso assistenti giudiziari – Ammessi alle prove orali, NUOVO calendario delle convocazioni e avvisi sullo svolgimento, 9 giugno 2017 - Esame Avvocato - Prima Lezione gratuita - Corso Full Immersion, Corso Intensivo Eikotos - Esame Avvocato 2017. 3, Sentenza n. 1674 del 22/06/1963, Rv. Nel commentare tale pronuncia proveremo a fornire una risposta alle domande più comuni che, di solito, in casi del genere si pongono. Invece, i danni al veicolo possono essere pretesi unicamente dal titolare dello stesso. ord. No al sequestro dell’auto Viene accusato di illecita importazione di merci, ma l’auto è di una società di leasing e quindi non può essere posta sotto sequestro preventivo. Ciò capita, ad esempio, quando il veicolo viene dato in prestito o viene condiviso da più persone nella stessa famiglia. Un esempio chiarirà meglio come stanno le cose. anche quando l'infrazione risulta commessa da conducente maggiorenne diverso dal … Con il sistema S.I.Ve.S. Gli ultimi quattro motivi di ricorso possono essere esaminati congiuntamente, perché pongono questioni analoghe. Sostiene che la Corte d’appello, dopo avere ritenuto in fatto che egli al momento del sinistro non era il proprietario del veicolo danneggiato, ha rigettato altresì la sua domanda di risarcimento del danno alla salute, e dunque con motivazione del tutto disancorata dalla fattispecie concreta. 1, Sentenza n. 7972 del 30/03/2007, Rv. Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. Nell’illustrazione del motivo il ricorrente sostiene che, a suo avviso, la Corte d’appello avrebbe reputato “generico” il suo atto di impugnazione e che tale valutazione sarebbe erronea. 1, Sentenza n. 5274 del 07/03/2007, Rv. Una volta escluso che l’attore fosse il proprietario del veicolo coinvolto nel sinistro, la Corte d’appello avrebbe comunque dovuto stabilire se un sinistro era davvero avvenuto; se al momento del sinistro l’attore si trovava davvero a bordo del veicolo coinvolto in esso; se in conseguenza di tale sinistro l’attore avesse subito lesioni personali. L’assicurazione auto copre il conducente se non è proprietario? civ. Corte di Cassazione, sez. Cr. Quest’ultimo, a sua volta, potrà chiedere il risarcimento al conducente responsabile del sinistro. Il custode deve essere nominato esclusivamente dall’agente che ha operato il sequestro tra i soggetti normativamente designati, proprietario, conducente. sequestro, finalizzato alla confisca amministrativa dello stesso, non è possibile l’affidamento in custodia al conducente o al proprietario, ma il veicolo sequestrato deve essere sempre consegnato al custode – acquirente convenzionato. 598004; Sez. An., interpellato dal consulente tecnico di ufficio nominato dal Tribunale, negò di avere acquistato il suddetto veicolo in Belgio, al contrario di quanto riferito dall’attore. An., effettuando un’azzardata manovra di sorpasso alla guida di un motociclo, urtò il veicolo da lui condotto, provocandone lo sbandamento e l’urto contro un muro di cemento. Pen. Entrambi hanno come conseguenza l’inutilizzabilità dell’automobile o della moto, che però resta nella custodia del proprietario. An. 342 c.p.c. Prima di spiegare se al conducente non proprietario che fa un incidente spetta il risarcimento, dobbiamo verificare se è lecito guidare un’auto non propria. Precisamente, nel caso in cui venga disposta la confisca del bene già sequestrato, il proprietario, prima che la sentenza divenga definitiva, può chiedere la restituzione del bene e proporre altresì appellonel caso in cui la restituzione gli sia negata. E’ del 19 ottobre la sentenza n. 48126 delle Sezioni Unite penali, con cui la Corte di Cassazione si è pronunciata sul sequestro e sulle facoltà del terzo proprietario del bene oggetto della misura cautelare. Sez. Con la sentenza n. 20610 depositata l 1 giugno, la quarta sezione penale ha stabilito che è legittimo il sequestro del motorino per guida in stato di ebbrezza anche se il conducente è una Il terzo, il quarto, il quinto ed il sesto motivo di ricorso. La sentenza venne appellata dal soccombente. 589229; Sez. CASSAZIONE: CONFISCA DELL’AUTO ANCHE SE IL PROPRIETARIO NON E’ IL CONDUCENTE. La questione è stata analizzata da una recente ordinanza della Cassazione [1]. 2054 cod. La sentenza d’appello è stata impugnata per cassazione da To. 587214; e così via, sino a risalire a Sez. L, Sentenza n. 27197 del 20/12/2006, Rv. 1. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Il proprietario del veicolo, quindi, nell’occasione, non può essere chiamato a rispondere, neppure a titolo di responsabilità obbiettiva, dell'altrui illecita condotta. 1, Sentenza n. 14267 del 20/06/2006, Rv. Pertanto, lo strumento di impugnazione è l’appello e, qualora s… Incidenti stradali: chi non è il proprietario dell’auto ma si è fatto male durante lo scontro ha diritto a chiedere i danni all’assicurazione? 3, Sentenza n. 9368 del 21/04/2006, Rv. 116 comma 14 (incauto affidamento). Confisca del mezzo anche se a guidarlo non è il proprietario. 3. IL MIO CASO LOGICAMENTE è QUESTO ERO CONDUCENTE E NON PROPRIETARIO DEL VEICOLO e allo stesso tempo non sono la persona che ha contraffatto il tagliando. Nel 2003 To. 1. 3.1. ne subirebbe il proprietario che comunque non è colpevole della infrazione... l'art. Secondo la pronuncia della Cassazione qui in commento, anche se, al momento del sinistro stradale, il conducente non era il proprietario del veicolo, questi ha diritto al risarcimento. convenne dinanzi al Tribunale di Nocera Ca. Espose che in tale data Ca. L, Sentenza n. 9233 del 20/04/2006, Rv. 1.2. Per contro, la motivazione adottata dalla Corte d’appello è, su questo aspetto, totalmente inintelligibile: essa infatti si riduce in un vero e proprio entimema, secondo cui chi non dimostra di essere proprietario del veicolo su cui viaggia, non ha diritto al risarcimento del danno alla persona. 3. Il proprietario di un’auto può darla in prestito a chi vuole senza bisogno che vi sia un contratto di mutuo. 588706; Sez. Le spese del presente giudizio di legittimità saranno liquidate dal giudice del rinvio. 3.2. Cosa succede, in tali circostanze, qualora dovesse verificarsi un incidente stradale mentre è alla guida un’altra persona? Il proprietario di un’auto può darla in prestito a chi vuole senza bisogno che vi sia un contratto di mutuo. Altri soggetti obbligati ex art.