La normativa prevede  per il Consiglio di Classe uno spazio di possibilità equipollente per l’alunno DVA fino all’anno della  sua maturità. 24/2/94 Atto di indirizzo relativo ai compiti delle ASL…. recupera gli anni scolastici, Design e Discipline della Moda – L3 (Triennale), Ingegneria Civile e Ambientale L7 – indirizzo Civile e Ambientale, Ingegneria Civile e Ambientale L7 – indirizzo Paesaggistico, Ingegneria Industriale L9 – curriculum Chimico (Triennale), Ingegneria Industriale L9 – curriculum Gestionale (Triennale), Ingegneria Industriale L9 – curriculum veicoli ibridi ed elettrici, Ingegneria Industriale LM33 – curriculum Industria 4.0 (Magistrale), Ingegneria Industriale LM33 – curriculum Progettuale Meccanico (Magistrale), Ingegneria Industriale LM33 – curriculum Tecnologico Gestionale (Magistrale), Ingegneria Industriale LM33 – curriculum Termomeccanico (Magistrale), Ingegneria Informatica e dell’Automazione L8 – indirizzo Droni, Ingegneria Informatica e dell’Automazione L8 – indirizzo Ingegneria informatica e delle App, Ingegneria Informatica e dell’Automazione L8 – indirizzo Sistemi di Elaborazione e Controllo, Ingegneria Informatica e dell’Automazione LM32 – Indirizzo Artificial Intelligence, Ingegneria Informatica e dell’Automazione LM32 (Magistrale), Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo L10 – curriculum Artistico, audiovisivo e dello spettacolo, Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo L10 – curriculum Letterario, Letteratura, lingua e cultura Italiana LM14 – Curiculum Filologico (Magistrale), Letteratura, lingua e cultura Italiana LM14 – Curiculum Promozione Culturale, Lingue e Culture Europee e del resto del Mondo – L11 (3 anni), Lingue e Lett. n. 90 del 21/05/2001, art. Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (art. 25 maggio 95, n.170). Primo percorso In caso di mancata risposta, si intende accettata dalla famiglia la valutazione differenziata. La valutazione deve essere riferita ai progressi personali dell’alunno secondo le sue peculiarità e potenzialità. Obiettivi del dipartimento: ... Griglia di valutazione materie con obiettivi minimi e/o differenziati Obiettivi Minimi di Apprendimento • Distinguere suoni e rumori naturali ed artificiali. 15, comma 5, O.M. a) PRIMO PERCORSO: Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (O.M. PATTO EDUCATIVO/FORMATIVO tra scuola e famiglia di alunni con DSA LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E TEST MODULO 5. obiettivi minimi che tutti gli alunni al termine di ciascun anno scolastico devono conseguire. n.90 del 21/5/2001). PRIMO PERCORSO: Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (O.M. Chiarimenti sulla Programmazione Semplificata (Obiettivi Minimi) e Differenziata (Obiettivi Differenziati, non riconducibili ai programmi della classe). Per gli studenti che seguono obiettivi riconducibili ai programmi ministeriali è possibile prevedere: 1. 318 del D.L.vo 297/1994). Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (art. Un programma minimo, con la ricerca dei contenuti Le programmazioni sono di 2 tipologie: Programmazione riconducibile ai programmi ministeriali (OBIETTIVI MINIMI) e Programmazione NON riconducibile ai programmi ministeriali (OBIETTIVI DIFFERENZIATI) PRIMO PERCORSO La programmazione riconducibile agli OBIETTIVI MINIMI conforme ai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti è prevista dall’art. 4. Laurea Telematica: borse di studio per Neodiplomati! n.90 del 21/5/2001)) . In caso di diniego scritto, l’alunno deve seguire la programmazione di classe. 318 del D.L.vo n. 297/94). Sarà, eventualmente, adottata una metodologia di Poiché al centro dell’attività scolastica rimane sempre e comunque l’alunno e il suo progetto di vita, per una sua più adeguata maturazione si può collegialmente decidere di dedicare maggior tempo-scuola alle materie caratterizzanti il suo percorso di studi. #iorestoacasa Consulenza gratuita Università. 15 dell’O.M. Comprendere il contenuto essenziale di testi di diverso tipo Scadenza iscrizioni 15 Febbraio 2021, Promozione EIPASS Certificazione Informatica. Pertanto, da ogni c. di classe, andranno indicati: o obiettivi minimi (difficoltà consistenti all’inizio dell’anno) o obiettivi intermedi ( … Un ruolo chiave lo gioca l’insegnante specialista di sostegno che, esperto in strategie e facilitatore di apprendimento, deve suggerire ai colleghi curricolari, e spesso a costo di faticosi dibattiti, duro lavoro e molte querelle (come  mi è capitato  tante volte ) soluzioni divergenti, modelli di insegnamento più evoluti, moderni e inclusivi, che permettano all’alunno di apprendere i contenuti delle discipline in modo più leggibile e concreto; l’insegnante di sostegno ha il compito di facilitare le  strategie di insegnamento e proporre valutazioni e prove alternative, ricordando però che, in virtù di un PEI, e protetti dalle ampie possibilità che offre la normativa, il Consiglio di Classe ha ancora tre anni di tempo per recuperare, potenziare, rimotivare, ridefinire e ricredersi sulle capacità dell’alunno. Le prove equipollenti possono consistere in: 1. CONVOCAZIONE GLH. Obiettivi minimi Scuola Secondaria di I grado Obiettivi minimi Scuola Secondaria di I grado. SCUOLA SOSTEGNO Equipollenti con obiettivi minimi o differenziati? Il PEI è un piano educativo individualizzato che, sotto la supervisione degli specialisti insegnanti di sostegno, è redatto dal consiglio di classe, ed è poi condiviso dai genitori dell’alunno H, e dall’equipe che lo segue; esso permette a tutti i ragazzi che hanno una certificazione di Handicap una programmazione davvero singolare: 15 comma 3 dell’O.M. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Verifica dell'e-mail non riuscita. Diplomi, Università Telematica, Master, Corsi di Perfezionamento, Certificazioni Informatiche e Linguistiche. verifiche finali sostegno; programmazione e prove d'ingresso 2018/19 sc. Obiettivi minimi ed esami per i DSA Premesso che ogni alunno con diagnosi di DSA è un caso a sé, non assimilabile ad altri nelle potenzialità o difficoltà, gli obiettivi minimi che questi deve raggiungere in ogni materia sono identici a quelli… In questa pagine abbiamo raggruppato le domande dei nostri lettori in merito a Modello PEI, obiettivi minimi e piani di studio, e le relative risposte ai quesiti date dal dirigente scolastico Ada Maurizio, raccolte nella rubrica esperto Scuola Risponde.. MODELLO PEI E OBIETTIVI MINIMI. Sono traguardi meno elevati che costituiscono la base per ulteriori abilità e conoscenze realizzabili nel corso dell’anno scolastico nello sviluppo delle diverse U.d.A. Dopo aver fatto un po’ di chiarezza sulla normativa sono necessari alcuni approfondimenti: La riduzione dei contenuti e dei compiti da svolgere deve essere ponderata attentamente dai colleghi, e deve essere finalizzata all’apprendimento delle competenze di base delle discipline (strutture linguistiche e grammaticali delle lingue, regole matematiche) per consolidare quegli apprendimenti che consentono all’alunno di proseguire nel suo percorso curricolare. Per gli alunni che seguono un Piano Educativo Individualizzato differenziato, ai voti riportati nello scrutinio finale e ai punteggi assegnati in esito agli esami si aggiunge, nelle certificazioni rilasciate, l’indicazione che la votazione è riferita al P.E.I. Moderne e Traduzione Interculturale – LM37 curriculum Traduzione e processi interlinguistici (Magistrale), Lingue e Letterature Moderne e Traduzione Interculturale – LM37 (Magistrale), Psicologia LM51 – indirizzo Psicologia clinica e dinamica, Psicologia LM51 – indirizzo Psicologia e nuove tecnologie, Psicologia LM51 – indirizzo Psicologia giuridica, Scienze Bancarie e Assicurative – L33 (3 anni), Scienze dell’Economia – LM56 (Magistrale), Scienze dell’Educazione e della Formazione – L19 (Triennale), Scienze dell’Educazione e della Formazione – L19 curriculum Scienze dell’educazione della prima infanzia (Triennale), Scienze dell’Economia LM56 – Curriculum E-Commerce e Digital Managemen, Scienze dell’Economia LM56 – Curriculum Green Economy e Sostenibilità, Scienze della Comunicazione L20 – curriculum Comunicazione Istituzionale e d’Impresa, Scienze della Comunicazione L20 – curriculum Digital Entertainment and Gaming, Scienze della Comunicazione L20 – curriculum Digital Marketing, Scienze della Comunicazione L20 – curriculum Influencer, Scienze delle Attività Motorie e Sportive L22 – curriculum base (Triennale), Scienze delle Attività Motorie e Sportive L22 – curriculum Sport and Football Management, Scienze e Tecniche Psicologiche – L24 (Triennale), SCIENZE PEDAGOGICHE LM85 – curriculum Pedagogia e scienze umane (Magistrale), SCIENZE PEDAGOGICHE LM85 – curriculum Pedagogista della marginalità e della disabilità, SCIENZE PEDAGOGICHE LM85 – curriculum e-Learning, didattica digitale e media education, Scienze per l’esercizio fisico per il benessere e la salute – LM67, Scienze Politiche e Sociali – L36 (3 anni), Servizi Giuridici per l’Impresa – L14 (3 anni), Start-Up d’Impresa e modelli di business – L33, Università Telematica – Laurea Magistrale, Ingegneria Civile LM23 – Curriculum Gestione, manutenzione e controllo del costruito, Ingegneria Informatica e dell’Automazione LM32 – Indirizzo Cybersecurity, Master aree: giuridico-economica, lettere e sanitaria, Pacchetti Certificazioni Informatiche e Linguistiche, Richiesta pre-valutazione CDL da Polo di Studio. Difatti se rientrano negli obiettivi minimi, allora la programmazione verrà cambiata di conseguenza. Questa si traduce in un percorso scolastico che prevede solo un attestato di frequenza che non ha valore legale. 15, comma 3). Per gli studenti che seguono obiettivi riconducibili ai programmi ministeriali è possibile prevedere: 1. www.orizzontedocenti.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Nel biennio della scuola secondaria di secondo grado (in relazione all’assolvimento dell’obbligo scolastico/formativo) è possibile utilizzare criteri ancora più elastici nella programmazione, sia per quanto riguarda la riduzione del programma, sia per le metodologie didattiche da utilizzare, e per la strutturazione delle prove di verifica. Prenotazione Esami Master Completamento Di Classe Di Concorso, Prenotazione esami Master/Perfezionamenti mondo scuola, Prenotazioni esami Master e corsi di Perfezionamento, Presentazione corsi di preparazione ai concorsi, Promo Pacchetti Certificazioni Informatiche e Linguistiche, Richiesta pre-valutazione CDL per Poli di Studio, Riconoscimento crediti per iscrizione all’Università Telematica, RICORSO ASSUNTI FASE B DA CONCORSO: ASSUNZIONE NELLA REGIONE DI SVOLGIMENTO PROVA, Ricorso Ricostruzione Carriera: riconoscimento per intero servizio pre-ruolo, Ti manca il Diploma? GLH OPERATIVO. Ciò si rende utile quando non sussistono i presupposti di apprendimento riconducibili globalmente ai programmi ministeriali e risulta importante che l’alunno maturi maggiormente le competenze acquisite, consolidi la stima nelle proprie capacità, sviluppi la sua crescita personale ed accresca una maggiore socializzazione. L. 104/92 Legge-quadro per l’assistenza e i diritti delle persone handicappate, D.P.R. L'Associazione Nazionale Orizzonte Docenti da anni si occupa della difesa dei diritti dei lavoratori della scuola e promuove una vasta offerta formativa. Il Corso è finalizzato al conseguimento della Certificazione Internazionale delle competenze linguistiche Scadenza iscrizioni 15 Febbraio 2021. Chiarimenti sulla Programmazione Semplificata (Obiettivi Minimi) e Differenziata (Obiettivi Differenziati, non riconducibili ai programmi della classe). per ogni singola materia, sulla base del P.E.I. OBIETTIVI MINIMI DISCIPLINARI Gli obiettivi minimi sono costituiti da conoscenze e abilità considerate indispensabili per la sufficienza. 15, comma 3). Le prove equipollenti possono essere svolte anche con mezzi diversi, cioè con l’uso di apparecchiature informatiche: computer, barra braille con sintesi vocale, e testi in braille. La mia esperienza mi ha insegnato che, se avessi dovuto dare retta ai miei colleghi curricolari che avrebbero voluto volentieri riorientare e differenziare gli alunni DVA (alle volte ero titubante anche io), non più del 10% di loro avrebbe terminato gli studi con successo e, motivato da questo, non si sarebbe iscritto all’università, e oggi non si sarebbe laureato. 318 del D.L.vo 297/1994). Docente di sostegno: Referente ASL del caso: ... [Specificare chiaramente se viene attuata una programmazione differenziata o se la programmazione è riconducibile agli obiettivi minimi ministeriali.] MATERIA OBIETTIVI MINIMI ITALIANO Comprensione lingua orale / scritta o leggere in modo sufficientemente chiaro semplici e brevi testi o saper cogliere il significato di un messaggio verbale relativo alla quotidianità o saper cogliere, almeno in linea generale, il contenuto di un semplice e breve testo letto o ascoltato Produzione orale Ci sono due percorsi da seguire: nel primo gli obiettivi didattici sono minimi e quindi ridotti,ma sempre riconducibili a quelli della classe, nel secondo gli obiettivi didattici sono differenziati dai programmi ministeriali, ma si possono comunque perseguire obiettivi educativi comuni alla classe utilizzando percorsi diversi ma con lo stesso fine educativo. Per gli studenti che seguono obiettivi riconducibili ai programmi ministeriali è … • Eseguire canti accompagnato da semplici gesti e movimenti corporei. Se il Consiglio di Classe decide che l’alunno può conseguire una maturità legale, deve attivare degli interventi in itinere per il raggiungimento dei minimi strumentali in quella disciplina. schema programmazione smplificata OBIETTIVI MINIMI 1 OBIETTIVI MINIMI 2. Riprova. 15 comma 3 dell’O.M. Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (art. Consegui 24 CFU e diventa Insegnante. Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (art. Non a caso l’ho messa in fondo al mio scritto, perché la ritengo una possibilità remota che in questi lunghi 25 anni ho cercato di evitare a tutti i costi, e ho contemplato solo in casi veramente impossibili, cioè,  quando il deficit  dell’alunno era talmente grave da compromettere non solo qualsiasi tipo di “comunicazione didattica”, ma anche il regolare svolgimento delle lezioni in classe (mi è capitato una sola volta). You have entered an incorrect email address! Tali percorsi, successivi alla classe terza, possono essere programmati senza il possesso del diploma di qualifica. Ecco che all’interno di percorsi didattici diversificati, con contenuti e modalità programmate sugli stili cognitivi consoni ai ragazzi con difficoltà, l’equipollenza diventa un formidabile strumento democratico che garantisce alla diversabilità una dignità umana e sociale senza precedenti nella storia della legislazione scolastica,  offrendo pari opportunità anche ai più svantaggiati; le pari opportunità si traducono in un percorso scolastico finale che prevede una maturità con la stessa valenza formativa degli altri alunni senza certificazione, cioè un diploma con valore legale. Nella mia esperienza non ho mai dato per scontato nulla, e mi sono accorta che molti di questi ragazzi hanno un percorso di apprendimento non lineare, per cui possono recuperare molte lacune di base in poco tempo, e anche delle capacità “extrascolastiche“ veramente sorprendenti: il nostro compito, come specialisti metodologici e facilitatori di apprendimento, è proprio quello di rilevarle, perché possano divenire dei punti di forza da cui partire per risollevarli dalle  discipline più ostiche; la programmazione equipollente riconducibile ai programmi ministeriali prevede comunque anche la possibilità di studi estivi, di debiti a settembre, potenziamento in itinere, e corsi di recupero esattamente come per gli altri alunni. n.90 del 21/5/2001). L’alunno on disailità segue una programmazione uguale a quella della classe, eventualmente con obiettivi minimi. o Obiettivi minimi o Differenziato ... La programmazione prevista dal PEI è stata svolta: o Totalmente o In parte (compilare quanto segue) Il programma non è stato svolto completamente per: o Mancanza di tempo ... Aula sostegno oMolte volte Diverse volte Alcune volte o mai 90 del 21/5/2001). Scadenza iscrizioni 15 Febbraio 2021, La Certificazione ha validità internazionale. 2 un programma equipollente con la riduzione parziale e/o sostituzione dei contenuti, ricercando la medesima valenza formativa (art 318 del D.L.vo 297/1994). Per lo svolgimento delle prove è possibile assegnare un tempo maggiore anche se è preferibile (e questa è una consuetudine che si è consolidata ampiamente nella mia esperienza di insegnante di sostegno) assegnare all’alunno una prova più breve da svolgere nello stesso tempo concesso ai compagni. TEMPI PIÙ LUNGHI nelle prove scritte ( comma 9 art. 15 comma 3 dell’O.M. MA01 (indirizzo 2) – Didattica metacognitiva, MA01 (indirizzo 3) – Alternanza Scuola-Lavoro, MA02 Ruolo del dirigente nelle istituzioni scolastiche, MA03 Metodologie didattiche per l’integrazione degli alunni con disturbi specifici di apprendimento (DSA), MA04 Il Bullismo: interpretazione fenomenologia prevenzione e didattica, Metodi e strumenti per la didattica innovativa: tablet, lavagna multimediale (LIM), Metodologie didattiche per una Buona Scuola, Psicopedagogia per i disturbi di apprendimento, Direzione del Personale e Sviluppo Risorse Umane (I Livello), Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (I livello), Management per la direzione di strutture e servizi alla persona (I livello), Master teoria e metodologia dell’allenamento nel calcio, Messa a disposizione 2020 (MAD) – la domanda per lavorare a scuola. 3.OBIETTIVI FORMATIVI DA RAGGIUNGERE Gli obiettivi formativi devono essere definiti tenendo conto della situazione di partenza dell’alunno. E  qui sta il vero nodo gordiano da sciogliere: Il problema si pone spesso all’inizio del triennio, quando l’introduzione di materie nuove, la corposità dei programmi delle singole discipline, le lacune pregresse e la fatica di questi ragazzi impongono una decisione. Scuola Secondaria di primo grado Rubrica di valutazione: Area Linguistico-espressiva Livello competenze Voto numerico Descrittori dei livelli di competenze acquisite AVANZATO L’alunno affronta ogni compito in modo autonomo e responsabile, evidenziando buona consapevolezza e padronanza delle conoscenze e Per gli studenti che seguono obiettivi riconducibili ai programmi ministeriali è possibile prevedere: 1. In questi casi un ruolo decisivo lo svolge l’Insegnante di sostegno chiamato ancor più in causa nei casi dubbi, cioè, dove i famosi obbiettivi minimi stabiliti dal Consiglio di Classe non siano ancora stati raggiunti. Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. Sappiamo che la normativa su questo punto invece è chiarissima, ovvero, non si può svolgere una programmazione differenziata  solo per una materia. 3 Non mi sono dimenticata della terza possibilità che offre la normativa in merito ai diversamente abili, e cioè una programmazione differenziata. Secondo percorso. Lavoriamo insieme perché questa sfida continui…. sostegno-superiori / autismo, Disabilità, disabilità intellettive, DSA, italiano, liceo artistico, programmazione semplificata, schede didattiche, secondo superiore, stranieri / 0 comments. PRIMO PERCORSO: Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi ministeriali, o comunque ad essi globalmente corrispondenti (O.M. Questo PEI è riconducibile alla programmazione di quell’ordinamento di studi … 2. Master A11/A12/A13/A22 ( SOCIO-LETTERARIA, STORICO -GEOGRAFICA ), Master A18 (Materie Filosofiche e Umanistiche), Master A40 (Scienze e tecnologie Elettriche ed Elettroniche), Didattica della Lingua Italiana come lingua seconda (L2), Didattica integrale per il nuovo ambiente di apprendimento, Difficoltà dell’apprendimento in situazioni di handicap ed integrazione scolastica. n.90 del 21/5/2001). Comunicazioni ed Eventi. Cisl-Gelmini, uno scontro che prelude a un confronto? L'articolo non è stato pubblicato, controlla gli indirizzi e-mail! La normativa prevede, inoltre, che la presenza dell’insegnante di sostegno nelle prove di verifica scritta e orale sia decisa dal grado di handicap e  dagli accordi tra i docenti curricolari e l’insegnante di sostegno; di norma, per garantire la serenità e la tranquillità emotiva dell’alunno, il Consiglio di Classe richiede  la presenza dell’insegnante di sostegno o dell’assistente alla comunicazione. PROGRAMMAZIONE AD OBIETTIVI MINIMI. Il Consiglio di Classe deve dare immediata comunicazione scritta alla famiglia, fissando un termine per manifestare un formale assenso. 15 comma 3 dell’O.M. Pertanto, se ci fossero le condizioni, è possibile cambiare, nel percorso scolastico, la programmazione da differenziata in obiettivi minimi e viceversa. Questo permette di programmare con fluidità, con sicurezza e, non dimentichiamolo, con un tempo a disposizione che copre tutto il corso di studi superiori (5 anni). Tutti i diritti riservati. IL DOCENTE DI SOSTEGNO ... Mod 5 - 3 - Programmazione per obiettivi minimi o differenziata, Roberta Sala. n.90 del 21/5/2001). Accesso al Sistema Scolastico. La riduzione e/o sostituzione dei contenuti culturali prevede  inoltre che vengano assegnati per casa un numero minore di esercizi  e compiti (per esempio solo 2 o tre esercizi per tipologia, invece che 5, oppure espressioni matematiche un po’più più corte per i non vedenti, perché devono scrivere in un linguaggio matematico braille assai complicato). SCUOLA – SOSTEGNO – Equipollenti con obiettivi minimi o differenziati? Per gli studenti che seguono obiettivi riconducibili ai programmi ministeriali è possibile prevedere: E’ altresì possibile prevedere un percorso differenziato nei primi anni di scuola e successivamente, ove il Consiglio di Classe riscontri che l’alunno abbia raggiunto un livello di preparazione conforme agli obiettivi didattici previsti dai programmi ministeriali o globalmente corrispondenti, passare ad un percorso con obiettivi minimi, senza necessità di prove di idoneità relative alle discipline dell’anno o degli anni precedenti (comma 4 art. Sentenza della Corte Costituzionale 215/87 (Diritto di frequenza degli alunni disabili nella scuola superiore). 15 O.M. Programmazione differenziata in vista di obiettivi didattici formativi non riconducibile ai programmi ministeriali. di 1° grado sostegno; prove d'ingresso sc. Nel rispetto della diversabilità e del deficit dell’alunno, il Consiglio di Classe deve tenere in assoluto conto che esistono stili cognitivi diversi per ogni tipo di handicap in primis, e poi per ogni alunno con certificazione.